Assegno bancario che cos’è e come funziona?

Assegno bancario che cos’è e come funziona

Assegno bancario che cos’è e come funziona

Partiamo dal fatto che l’assegno bancario è un mezzo di pagamento che permette di sostituire il denaro contante. Esso può essere vantaggioso per alcuni aspetti e per altri no, infatti esistono alcune limitazioni. Ma comunque resta sempre un mezzo di pagamento che potrebbe tornare utile.

In questo articolo andremo a spiegare alcuni punti che riguardano gli assegni. Perciò se il vostro interesse è saperne di più leggete nelle righe seguenti.

Assegno bancario che cos’è e come funziona?

Nelle righe che vedremo qui di seguito abbiamo fatto alcune domande e risposte a riguardo, in modo che il tutto sia molto semplice ed intuitivo.

Perciò iniziamo subito a vedere tutte le informazioni!

Chi sono i soggetti coinvolti nell’utilizzo dell’assegno?

I tre principali soggetti sono i seguenti:

  1. Il Traente (siamo noi)
  2. Trattario (banca)
  3. Beneficiario (una terza persona)

Queste tre figure sono molto importanti senza queste non si può effettuare il trasferimento di denaro con questo mezzo di pagamento.

Chi rilascia il libretto degli assegni?

Il libretto degli assegni viene rilasciato dall’istituto finanziario in base alle richieste che il cliente fa quando va ad aprire il proprio conto, molto spesso il richiedente, chiede solamente di avere o la carta di debito, oppure la carta di credito che oramai sono molto più utili e molto più semplici, ma se il cliente lo richiede e se sussistono alcune condizioni, l’istituto potrebbe dare l’opportunità di avere gli assegni.

 

Tipologie di assegni

I tipi di assegni che fra poco vedremo sono quelli più utilizzati, qui ecco la lista:

  1. Girata
  2. Assegno Bancario non Trasferibile
  3. Assegno sbarrato
  4. Spillato

 

 Girata

Al fine di utilizzare un’assegno nel migliore dei modi, bisogna anche conoscere alcune caratteristiche di quest’ultimo. La prima cosa che possiamo vedere esso è un titolo di credito. Avendo questo valore con uno scopo ben preciso  esso potrà avere altre funzioni interessanti che ad esempio come citato prima il termina Girata, significa che il Beneficiario potrà girarlo eventualmente ad altre persone, per fare ciò  dovrà indicarlo sul retro del titolo, a questo punto esso diventa pagabile nell’immediato.

Perciò in poche e semplici parole La Girata permette tramite delle apposite firme  di poter essere scambiato e di poter percepire il denaro nell’immediato ovviamente devono sussistere tali indicazioni:

Se il comune di emissione e pagamento coincidono il termine massimo e di 8 giorni, se invece tali non coincidono  e di 15 giorni.

 Assegno Bancario non trasferibile

L’assegno bancario non trasferibile è un’assegno a cui è impedita la girata, questo impedisce a terze persone di poter incassare tale assegno, l’unico che può incassare tale assegno è solamente il beneficiario.

Il d.lgs del 21 novembre 2007, n.231 recita che l’apposizione della clausola “non trasferibile” è obbligatoria per importi massimi o pari a 1000€, il tutto per impedire il riciclaggio di denaro.

Assegno sbarrato come riconoscerlo e chi può utilizzarlo

L’assegno sbarrato è molto facile da riconoscere, infatti quando troviamo sull’assegno due sbarre parallele nella parte anteriore  implica il pagamento ad un’altra banca o ad un proprio cliente.
Se tra le due sbarre troviamo La dicitura “Banchiere” pagherà come nel primo caso o un’altra banca o ad un proprio cliente.
Può anche succedere che possa essere indicato il nome di un banchiere in questo caso, sarà l’unico a ricevere il pagamento. Se invece troviamo il nome di una banca il pagamento andrà solamente a quella banca.

L’assegno Spillato

Per tale termine si intende che quando sull’assegno avviene una spillatura o una troncatura, non si fa altro che renderlo invalido, questo significa che smette di circolare, tale operazione viene fatta dalla banca.

Per spillarlo basta tagliare l’angolo superiore sinistro.

 

Avendo visto tutto ciò ho reputato che potrebbero esservi utili anche:

Assegno circolare cos’è e come funziona?
Come incassare l’assegno bancario
Che cos’è un’assegno in bianco
Assegno Circolare Postale
Alternative all’assegno circolare
Assegno Circolare vs Assegno Bancario
Assegno Circolare: a chi può essere intestato?
Come verificare un Assegno Circolare
Come si compila un assegno bancario

Ringraziandovi di aver letto il nostro articolo: Assegno bancario che cos’è e come funziona? Potrete trovare altri contenuti molto utili.

 

 

 

 

 

 

 

Quanti tipi di bonifici esistono?

Quanti tipi di bonifici esistono?

Quanti tipi di bonifici esistono

Avendo visto il bonifico bancario che cos’è, passiamo a vedere quali tipi di bonifici esistono, qui di seguito troveremo varie opzioni che riguardano tale argomento.

  1. Il Bonifico ordinario che cos’è?
  2. Come effettuare un Bonifico postale
  3. Bonifico a vista come funziona?
  4. Come fare un Bonifico istantaneo
  5. Bonifico allo sportello cosa sapere
  6. Spiegazione termine Bonifico periodico
  7. Bonifico urgente come farlo e quanto costa
  8. Bonifico Home Banking
  9. Guida al Bonifico online
  10. Bonifico parlante che cos’è?
  11. Il Bonifico con PostePay Evolution come si fa?
  12. Bonifico Moneygram
  13. Bonifico ristrutturazione edilizia
  14. Pagamento con Bonifico bancario anticipato

Quanti tipi di bonifici esistono? Ecco alcuni argomenti utili

Questi sono alcuni argomenti che sicuramente saranno molto utili in quanto chi effettua il bonifico vuole la sicurezza che arrivi al beneficiario, e che quest’ultimo posso beneficiarne peri suoi usi.
Molte volte può anche accedere che però ci siano delle problematiche riguardo il bonifico per questo abbiamo voluto creare altri articoli che sicuramente potranno esservi utili.
Bonifico che non arriva cause

Cosa si intende per Bonifico irrevocabile

Bonifico limite importo massimo
Come si fa il Bonifico senza conto corrente
Bonifico da Atm  Come farlo in modo sicuro
Altra guida molto utile potrebbe essere anche quella di come effettuare un Bonifico Paypal.
Come vedete questo argomento va a prendere un campo molto ampio, quello che faremo per voi è andare a descrivere ogni cosa descritta in modo che abbiate bene chiaro il tutto.
Le guide che troverete sono state frutto di un’intenza ricerca, in modo così da fornire una corretta informazione a coloro che avranno bisogno di questa informazioni che al giorno d’oggi sono molto utili da sapere
Ora che sicuramente avrete letto: Quanti tipi di bonifici esistono? E tutte queste informazioni avrete un quadro ben chiaro di  quali bonifici potrete usare nelle diverse situazioni che possono esserci.
Qualora invece state ricercando un banca online o un conto corrente online, potrete dare uno sguardo a queste guide:
  1. Conto corrente online
  2. Banca online quale scegliere?

Il Bonifico bancario che cos’è?

Il Bonifico bancario che cos'è?

Il Bonifico bancario che cos’è?

Per Bonifico Bancario si intende quell’operazione che permette di trasferire somme di denaro da una persona ad un’altra.

Tali figure o persone prendono il nome di Ordinante e Beneficiario. Ordinante e colui che invia il bonifico, Beneficiario e colui che lo riceve.

Cose importanti da sapere sui bonifici:

  1. Il Bonifico può essere effettuato da una banca ad un’altra, oppure da una banca ad una stessa filiale di un’altra banca, vedi esempio: ( Ordinante fa il bonifico da Banca (X) e il mittente ha una banca (Y). Secondo esempio (Ordinante fa il bonifico da banca (X) e lo invia a banca (X).
  2. I soggetti che possono usufruire di tale servizio possono essere persone giuridiche o fisiche.

Adesso che abbiamo visto Il Bonifico bancario che cos’è, e avendo visto anche questi punti importanti andiamo a vedere i Vantaggi del Bonifico.

Il Bonifico bancario vantaggi!

Adesso che abbiamo capito il Bonifico bancario che cos’è possiamo passare ad elencare alcuni dei vantaggi che esso ci permette di avere. Qui di seguito troverai alcune informazioni utili a riguardo.

  1. La semplicità di trasferire liquidità.
  2. Tracciamento dell’operazione
  3. Tempo di arrivo del Bonifico Bancario
  4. Costo operazione

Parlando generalmente del tempo che un bonifico ci mette ad arrivare possiamo dire che in tre giorni max 5 arriva.

Per quanto riguarda i costi  di un Bonifico nazionale il costo potrebbe cambiare da banca a banca, il costo al momento e di 1 a 2 €  nel caso di Bonifico online, più conosciuto come (Home Banking), se invece il bonifico viene fatto allo sportello della banca o della posta vengono applicate le commissioni del conto corrente.

Cosa importante anche da dire è che alcuni istituti bancari offrono conto correnti a costo zero con la possibilità di effettuare il bonifico gratuitamente.

Se invece parliamo di effettuare un Bonifico verso nazioni straniere, il costo potrebbe essere maggiori  se i paesi sono sono appartenenti alla Comunità Europea, essi sono regolamentati dalle leggi dell’UE che ha come obiettivo la trasparenza delle operazioni bancarie effettuate.

I paesi attualmente nell’area SEPA sono l’Italia, Francia, Germania, Portogallo Spagna e da poco tempo anche Estonia e Lettonia. La giusta definizione di Bonifico SEPA è la seguente “Single Euro Payments Area”.

Come si fa un bonifico e quali sono i dati necessari

Per effettuare tale operazione abbiamo pensato di semplificarvi il tutto con un’immagine seguita da una spiegazione dettagliata che vedrete nelle righe seguenti:

Il Bonifico bancario che cos'è

Ovviamente io ho scelto di farlo tramite la mia banca online, come vedete in questa sezione ci sono dei campi da compilare che sono piuttosto intuibili, quindi spieghiamo quanto segue:

  1. Paese del beneficiario (colui che riceve il bonifico)
  2. Moneta (scegliere la valuta con cui si vuole effettuare il bonifico, si avete capito bene ho a disposizione diverse valute con cui posso effettuare bonifico.
  3. In questa sezione andrò ad inserire l’importo che devo inviare al beneficiario.
  4. Su Beneficiario, inserirò il nome e cognome
  5. In questa riga invece andrò a mettere il codice Iban, detto anche coordinate bancarie.
  6. Come vedrete vedrò anche la data di addebito
  7. Su causale andrò a mettere la motivazione per il quale effettuerò il bonifico.

Da qui proseguirò cliccando su continua ed andrò ad effettuare tale operazione. Se invece avete optato per fare l’operazione da uno sportello bancario o postale fisico, allora vi basterà presentarvi con i soldi che dovete inviare, e farvi dare il modulo che dovrete compilare in tutte le sue parti.

Oggi come oggi sono molte le banche online che ti permettono di risparmiare tempo e denaro nell’effettuare tali operazioni, a tal proposito ho creato una guida che potrebbe esserti molto utile: Confronto banche online.

Articoli correlati:

 

Bonifico Bancario come funziona

Bonifico bancario come funziona

Bonifico Bancario come funziona

Scopri la guida sul Bonifico Bancario come funziona

In questo articolo andremo a parlare dei bonifici bancari, andremo a dare una spiegazione dettagliata, per quello che possono essere i costi, i vantaggi  e anche come si effettuano.

Bonifico Bancario come funziona e che cos’è?

I bonifici sono una delle tante operazioni bancarie che si effettuano su richiesta del cliente. Con un bonifico si può trasferire denaro da un conto corrente ad un altro. I bonifici possono essere effettuati anche dai possessori di una carta conto, ossia una carta con funzioni di conto corrente, prepagata e dotata di IBAN.

Essi possono essere di due tipi Sepa o esteri. I bonifici SEPA (Single Euro Payments Area) sono i bonifici validi in area SEPA composta da 34 paesi e possono essere effettuati solo in euro. Per quanto riguarda i bonifici esteri sono tutti quei trasferimenti extra SEPA.

I bonifici sono utilizzati quando serve trasferire delle somme di denaro per effettuare un pagamento o una donazione.

BONIFICI BANCARI COME SI EFFETTUANO?

Per effettuare un bonifico bancario non è necessario disporre di un conto corrente e nemmeno di un Iban, nel caso vi servisse effettuare un bonifico bancario e non disponete di un conto corrente vi basterà recarvi presso una filiale di una qualsiasi banca e versare la somma in contanti, a quel punto vi verrà chiesto un documento di identità perché non siete clienti.

Bonifico bancario come funziona

Se invece siete possessori di un conto corrente online potete utilizzare o usufruire della possibilità di effettuare bonifici online.

Dunque che voi abbiate o meno un conto corrente i dati che vi servono sono gli stessi. Per effettuare un bonifico bancario è necessario avere l’IBAN del beneficiario, questo dato è sufficiente ma è bene farsi lasciare anche il numero di conto corrente e la banca di appoggio oltre che il suo nome.

Nel caso del conto corrente estero dovete disporre anche del codice BIC o SWIFT e serve per individuare la banca. Con tutti questi dati potete effettuare il bonifico, recandovi allo sportello sia che voi abbiate o meno un conto corrente o effettuando l’operazione on line se avete un conto con accesso home banking o una carta conto con IBAN.

Le commissioni sono piuttosto basse se possedete un iban e scegliete una delle due possibilità, sono un po’ più alte se non avete un conto corrente e effettuate l’operazione allo sportello versando la somma in contanti.

BONIFICI BANCARI: VELOCI E SICURI

I bonifici bancari sono un metodo di trasferimento denaro veloce e sicuro, infatti i  tempi di accredito sono dai 2 ai 5 giorni lavorativi per i bonifici SEPA, per quanto riguarda i bonifici esteri i tempi son leggermente più lunghi, circa 7 giorni. La rapidità e la sicurezza fan si che sia uno dei metodi di trasferimento più usati sia dalle aziende che dai privati.

Giroconti vantaggi e costi Guida informativa

Giroconti vantaggi e costi

Giroconti vantaggi e costi

Giroconti vantaggi e costi: Non sai cosa è un giroconto e come funziona?

In questo articolo vedrai cosa sono i giroconti vantaggi e costi, in modo che il tutto vi sia chiaro.

 

GIROCONTI: COSA SONO

I giroconti sono un servizio che permette di trasferire denaro da un conto corrente all’altro. Se siete titolari o cointestatari di due o più conti, che siano dello stesso istituto bancario o meno la soluzione rapida e economica per trasferire i fondi da un conto all’altro è rappresentata appunto dal giroconto.

La cosa fondamentale che per poter effettuare questo tipo di operazione l’intestatario o uno degli intestatari dovete essere voi. Può essere effettuato sia che i due conti siano presso lo stesso istituto di credito sia che i conti siano su due banche differenti.

Il giroconto è un servizio sicuro perché il trasferimento avviene in modo del tutto virtuale, infatti non dovrete prelevare contanti e saranno gli istituti di credito a provvedere al completo trasferimento dei fondi senza alcun passaggio di denaro.

Giroconti vantaggi e costi

GIROCONTI: VANTAGGI

Oltre che la facilità del trasferimento il giroconto ha un altro vantaggio, che chi si trova a gestire più conti correnti troverà sicuramente interessante, non vi sono soglie limite per il trasferimento.

Questo vuol dire che potrete girocontare tutto il denaro che avete su un conto su un altro conto. Ovviamente la banca davanti a un trasferimento di cifre grandi procederà alle verifiche del caso.

Effettuare un giroconto inoltre è molto semplice, se devi trasferire la somma da un conto di un istituto al conto di un altro istituto, andando allo sportello dovrai compilare il modulo, inserendo la causale, i dati e il codice IBAN di entrambi i conti. Il tutto avverrà in modo automatico e veloce.

E’ possibile inoltre se si ha a disposizione di un conto con home banking l’operazione sarà possibile effettuarla in pochi click. I tempi sono brevissimi, 2-3 giorni lavorativi per un giroconto sullo stessa banca e 4-5 giorni in caso di istituti diversi. Nel caso il trasferimento fosse presso una banca estera i tempi si allungano a 10 giorni.

GIROCONTI: I COSTI

I costi per i giroconti variano da istituto a istituto, ma anche se il giroconto è effettuato su stesso istituto o no. I costi sono di circa 10 euro se il giroconto è in favore di un istituto di credito estero mentre sono minori se l’operazione è effettuata online, in alcuni casi addirittura il giroconto viene effettuato a costo zero.
Alcuni istituti non applicano costi se il giroconto è effettuato su un conto dello stesso istituto, per quelli presso istituti diversi in genere il costo è di 5/6 euro. Insomma un servizio conveniente per chi gestisce i propri risparmi utilizzando due o più conti.

Vi ringrazio di aver letto il nostro articolo giroconti vantaggi e costi.